Panzerotti fritti

Panzerotti fritti

Penso che i Panzerotti fritti non abbiano bisogno di presentazione. Un profumo inebriante, un gusto sublime, un ripieno cremoso e filante. Che altro dire se non andiamo a prepararli……
Ingredienti: (per 18 panzerotti fritti)
450 gr di farina 0
50 gr di semola
1/2 cubetto di lievito di birra 
1 pizzico di zucchero
270 ml di acqua tiepida o latte
15-20 ml di olio extravergine di oliva per me Olio Dante
10 gr di sale 
500 gr di mozzarella
passata di pomodoro q.b.
olio di semi di arachide per friggere q.b. per me Olio Dante
ricotta q.b. (opzionale)
Preparazione:
Mettere la farina nella ciotola della planetaria con lo zucchero. Poi aggiungete l’acqua o il latte in cui avrete fatto sciogliere il lievito, l’olio evo e iniziare ad impastare. Aggiungete poi il sale. Il quantitativo di acqua puo’ aumentare o diminuire l’importante è che otterrete un impasto morbido, ma sodo allo stesso tempo.
Lavorare l’impasto per circa 10 minuti sino a renderlo liscio e ben amalgamato
Trasferire l’impasto in una capiente ciotola, coprire con pellicola e far lievitare in un luogo tiepido sino al raddoppio (circa 2 ore)
Quando l’impasto avrà raddoppiato il volume, dividerlo in palline da circa 80/100 g o più piccole se volete dei panzerotti fritti in versione mignon.

Metterle a lievitare per un’altra ora. Sistematele su una tovaglia pulita e leggermente infarinata, distanziandole fra loro. Coprite con un’altra tovaglia.
Nel frattempo preparare il ripieno. In uno scolapasta versare la polpa di pomodoro e lasciare scolare l’eccesso di liquido. Se non volete gettare il succo eliminato, metteteci sotto una ciotola per raccoglierlo e poi conservatelo in un boccaccio di vetro in frigo. Potete riutilizzarlo per qualche altra preparazione (noi per esempio l’abbiamo impiegato per preparare i tubettini con le cozze, altra ricetta tipicamente barese che al più presto pubblicherò).
Tagliare la mozzarella a cubetti, né troppo piccoli né troppo grandi, oppure potete grattugiare il tutto.
Poi aggiungetevi qualche cucchiaio di passata di pomodoro e se volete anche un pò di ricotta.
La mozzarella dovrà essere molto asciutta, questo serve per evitare che il ripieno troppo umido bagni la pasta e di conseguenza provochi la rottura della stessa in cottura. Vi ritrovereste i panzerotti vuoti e l’olio sporco.
Una volta trascorso il tempo di lievitazione le palline di impasto avranno raddoppiato il loro volume e saranno pronte per essere stese. Procedete su una spianatoia infarinata con l’aiuto di un matterello dando loro uno spessore di 2-3 mm circa.
A questo punto mettete l’olio a riscaldare in una padella capiente dai bordi alti .
Per la farcitura sarà necessario mettere al centro una cucchiaiata di ripieno e poi piegare la pasta creando una mezzaluna. Chiudere i bordi usando i polpastrelli .Questo passaggio è molto importante per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura. Evitate di lasciare i panzerotti a lungo crudi con il ripieno all’interno perché la pasta si inumidisce troppo e rischia di rompersi durante la frittura.
Mettete i panzerotti un po’ alla volta facendoli cuocere prima da un lato e poi dall’altro e toglieteli appena diventeranno dorati.


FONTE:http://blog.giallozafferano.it/adryincucina/