Calamari ripieni

Calamari ripieni
  • 12 calamari di grandezza media già puliti
  • 100 g di mollica di pane
  • un uovo medio
  • un limone
  • un ciuffo di prezzemolo fresco
  • uno spicchio d'aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • olio di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.
I calamari ripieni sono un secondo piatto di pesce molto conosciuto e apprezzato. I calamari ripieni sono un classico della cucina italiana e si realizzano in tanti modi diversi ma io, qui, li ho preparati nel più semplice dei modi. Pane, uova, prezzemolo, tentacoli dei calamari stessi, olio, sale e pepe per un ripieno da leccarsi i baffi! Attenti alla cottura: i calamari non devono cuocere troppo, né troppo poco, altrimenti diventano duri e gommosi.
PROCEDIMENTO passo per passo
Tagliate via i tentacoli dai calamari e sbollentateli in acquq bollente per 10 minuti con un pizzico di sale e un cucchiaio di succo di limone. Raccogliete la mollica in una ciotola capiente, aggiungete l’uovo, sale e pepe. Tritate grossolanamente il prezzemolo (lasciatene da parte un cucchiaio) e i tentacoli e
aggiungeteli al composto di pane e uova. Sciacquate bene i calamari, asciugateli con carta assorbente e riempiteli per metà con il ripieno.
Lasciate qualche cm di vuoto dal bordo e sigillateli con uno stecchino di legno. Posizionate i calamari ripieni in una casseruola con l’olio e l’aglio, cuoceteli a fuoco dolce facendoli dorare da entrambi i lati.
Sfumate con il vino bianco, aggiungete un cucchiaio di prezzemolo tritato, regolate di sale e continuate la cottura per altri 20 minuti. Servite subito