Bomboloni al formaggio

Bomboloni al gorgonzola
I bomboloni al formaggio sono panini di pasta lievitata farciti con un goloso ripieno filante a base di formaggio. Realizzati con un impasto soffice a base di patate, questi bomboloni possono essere farciti con il formaggio che vi piace di più, meglio se semi stagionato e con la tendenza a filare in cottura. Oltre al gorgonzola dolce, perciò, potrete scegliere la ricotta vaccina, la provola o qualsiasi altro formaggio dal sapore non troppo salato. Provate questi bomboloni anche con le verdure o i funghi, non ve ne pentirete!
INGREDIENTI per 4 persone:
250 g di patate
300 g di farina tipo 0
15 g di lievito di birra
mezzo cucchiaino di zucchero
un pizzico di sale
25 g di burro
un uovo
200 g di gorgonzola
olio di semi di arachide per friggere q.b.
PROCEDIMENTO passo per passo
Lavate le palate, mettetele in una pentola piena di acqua fredda salata e fatele cuocere per 30 minuti dall’ebollizione. Scolatele, pelatele e passatele con lo schiacciapatate in una terrina. Aggiungete il lievito sciolto in qualche cucchiaio di acqua tiepida, lo zucchero, i sale, il burro fuso, l’uovo e la farina setacciata. Impastate il tutto fino a formare un panetto liscio ed elastico che lascerete lievitare in una ciotola infarinata e coperta da un canovaccio per un’ora.

Trasferite quindi l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendetelo in una sfoglia spessa circa un cm. Ricavate dei dischi del diametro di circa 5 cm utilizzando un taglia pasta o un bicchiere. Posizionate al centro di metà dei dischi un cubetto di gorgonzola (o del vostro formaggio preferito),

ricoprite con un altro disco esercitando una leggera per farlo aderire bene. Ritagliate e sigillate con il coppapasta, disponete i bomboloni su un foglio di carta infarinato e lasciateli lievitare per un’altra ora ben distanti l’uno dall’altro. Scaldate abbondante olio di semi in una casseruola, friggetevi lentamente uno o due bomboloni per volta fino a quando non saranno leggermente dorati.

Scolate i bomboloni al formaggio su carta assorbente e serviteli caldi ma non bollenti.