COME FARE Arrosto di maiale alla birra

Arrosto di maiale alla birraL’arrosto di maiale alla birra è un secondo piatto molto saporito preparato con l’arista, il taglio più succoso del maiale, insaporita da fette di pancetta e una marinatura alla birra.
L’arrosto di maiale alla birra è un secondo piatto raffinato, un po’ laborioso ma sicuramente di grande effetto!
La riduzione alla birra che si ottiene frullando il fondo di cottura rendere l’arrosto di maiale alla birra una vera delizia!

Ingredienti

■ Preparazione

Arrosto di maiale alla birra
Per preparare l’arrosto di maiale alla birra iniziate preparando l’arrosto la sera prima di cucinarlo: avvolgete l’arista di maiale con le fette di pancetta, poi legatela con un filo di spago (seguendo la procedura che trovate nella scuola di cucina, clicca qui), infine infilate un rametto di rosmarino tra lo spago e la pancetta (1). Mondate, lavate e tagliate a tocchetti la carota, la cipolla e due coste di sedano, poi mettetele in un recipiente abbastanza capiente assieme all’arista di maiale (2). Aggiungete la birra, qualche bacca di ginepro e del pepe in grani, poi coprite con la pellicola e lasciate marinare in frigorifero per tutta la notte (3).
Arrosto di maiale alla birra
Il giorno seguente scolate e asciugate la carne, tenendo da parte la marinatura (4). A questo punto preparate un trito di salvia, aglio e rosmarino e metteteli in un recipiente (5). Aggiungete i semi di finocchio, sale e pepe macinato quanto basta e utilizzatelo per cospargere l’arrosto (6). Fate una leggera pressione con le mani per far aderire meglio il trito di erbe.
Arrosto di maiale alla birra
Mettete in un tegame tre cucchiai di olio e fate rosolare l’arrosto su tutti i lati (7), poi unite le verdure della marinatura ben scolate (8). Fate cuocere il tutto per 10 minuti e aggiungete, un mestolo alla volta, la marinata alla birra (9).
Arrosto di maiale alla birra
Continuate la cottura a fuoco dolce e rigirate di tanto in tanto l’arrosto per farlo cuocere bene su tutti i lati (10). Dopo circa un'ora verificate la cottura facendo la prova dello stecchino: pungete l'arrosto con uno stecchino di legno, se il liquido che fuoriesce è bianco l’arrosto è cotto, se invece è rosa la carne è ancora cruda. Se non dovesse uscire alcun liquido vuol dire che la carne è stata cotta troppo.Quando l’arrosto sarà cotto, frullate il fondo di cottura con un mixer (11), filtratelo quindi fatelo addensare sul fuoco e aggiustate di sale. Fate stemperare un cucchiaio raso di farina in un po’ d’acqua, poi unite il composto alla riduzione (12), questo servirà a rendere più densa la salsa. Servite l’arrosto di maiale alla birra tagliato a fette e guarnitelo con la riduzione alla birra che avete ottenuto.

■ Conservazione

Potete conservare l’arrosto di maiale alla birra in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, per due giorni.

■ Consiglio

Vi consigliamo di mantenere l'osso dell'arista in quanto protegge la carne dalla disidratazione.
Se lo desiderate potete cuocere l’arrosto in forno a 180° e controllare la cottura utilizzando il metodo dello stecchino.
Se non trovate l'arista di maiale potete utilizzare il carré o il collo.
Se preferite la carne bovina potete utilizzare lo scamone.